mercoledì 18 luglio 2007

Recensione: Il collezionista di occhi


TITOLO ORIGINALE
: See No Evil
NAZIONE: USA
GENERE: Horror
DURATA: 85 min.
DATA DI USCITA: 2006
REGIA: Gregory Dark
CAST: Glen Jacob, Christina Vidal, Steven Vedler

Il regista Gregory Dark viene dal porno eighties (sua, per esempio, la serie semicult di New Wave Hookers), e si vede. Mette in scena come se fossimo ancora a i tempi di Micheal Ninn, tutto flash-cut e velocizzazioni improvvise. E' rimasto un pò indietro, anche nell'ideologia di genere. Il collezionista di occhi sembra un qualunque Kevin Tenney, di sciocchezza sopraffina e talmente trito nell'assunto e nello svuluppo che fa quasi tenerezza. Il wrestler Kane che strappa gli occhi a un nugolo di giovinastri idioti perchè, poverino, da ragazzo ha subito un trattamento poco consono per mano della mamma pazza, è simbolo di un intero filone che continua ad avere numerosissimi fans. E va bene così, meglio di dieci Silent Hill.
Il collezionista di occhi ha zero pretese: solo un menu di piatati truzzi e gory che interessano all'appassionato e basta. Il quale, soddisfatto, gioisce tra un eye-gouging e un telefonino ficcato giù per la gola di una troietta (che deglutisce). C'è anche una tizia che si sfracella il braccio cadendo infilzata per le gambe, per finire sbranata dai cani affamati. Ottima inoltre, la fine della genitrice con le caldane. Il resto non c'è: se la cavano la coppietta semi-lesbica e il più stronzo di tutti; non è che nella cafonaggine generale si tenti un'impennatta di scorrettezza politica?

VOTO: 3

1 commenti:

Arte ha detto...

ciao! certo che mi puoi linkare, grazie mille! ti linko al più presto anche io!!!