martedì 17 luglio 2007

Recensione: The Weather Man, l'uomo delle previsioni


TITOLO ORIGINALE
: The Weather Man
NAZIONE: USA
GENERE: Commedia
DURATA: 102 min.
DATA DI USCITA: 2005
REGIA: Gore Verbinsky
CAST: Nicolas Cage, Micheal Caine, Hope Davis

Dave Spritz presenta la rubrica di previsioni meteo per un canale televisivo di Chicago. Figlio di uno scrittore illustre e premio Pulitzer, ha tante cose da mettere a posto nella sua vita. Dal divorzio irrisolto dalla moglie ai problemi della figlia sovrappeso e del figlio sotto pericolosa cura psicologica. Tutti, per primo il padre, lo considerano un immaturo. La svolta potrebbe essere costituita da un nuovo lavoro a New York, alla popolarissima trasmissione Hello America. Gore Verbinsky soffre probabilmente di un complesso di colpa per aver sbancato i botteghini con The Ring e la maledizione della prima luna. Questo The Weather Man ha la pretesa di una riflessione critica sul prezzo del sogno americano ma non riesce a fare a meno di affidarsi all'ennesima narrazione in voce off che spiega fino all'ultimo dettaglio. Il resto la fa il consueto mestiere del gommoso Nicolas Cage, vessato da una serie di sventure fantozziane eppure perfetto nella parte del quarantenne sotto stress costretto ad affrontare il minimo sindacale di autoanalisi. Se non fosse per lui, per Micheal Caine nel ruolo del padre malato e per la colonna sonora di Hans Zimmer, la desolante analogia tra l'imprevedibilità della vita e quella metereologica non sarebbe sopportabile.

VOTO: 5

1 commenti:

Trinity ha detto...

A me è piaciuto..
Ora non lo ricordo benissimo ma qualche spunto per riflettere me l'aveva dato.
Non l'avevo trovato così insulso.
Il finale poi mi aveva lasciato un verto ql senso di malinconia e amarezza...